Lucileia è sempre il nostro Totem: abbiamo perso ma ora vinciamo le prossime tre

1 0

Lucileia è sempre l’anima della Lazio: ce ne siamo accorti mercoledì sera quando, prima da pivot classica e poi quasi da play-maker – quando Chilelli aveva optato per l’utilizzo del portiere di movimento – si è caricato il resto della squadra sulle spalle.

Una punizione al fulmicotone, sotto l’incrocio. E poi giocate d’alta scuola, quelle tipiche del suo repertorio. La Lazio ha perso in piedi contro l’Olimpus, lo sapete. Hanno deciso le maggiori rotazioni a disposizione di D’Orto e qualche individualità che noi non possediamo, tipo Dayane e Cortes, sempre sul pezzo pur in diverse zone del parquet.

Ora, dopo sette punti in quattro gare e l’imbattibilità perduta, dobbiamo per forza ripartire. Abbiamo nelle corde la possibilità di centrare le semifinali-scudetto, migliorando dunque il percorso dello scorso anno, ma bisogna correre perché le altre vanno forte. Nel prossimo turno riposeremo, tornando in campo solo il 22 ottobre. Da allora, per i successivi dieci giorni, ecco tre gare da nove punti prima del secondo scontro diretto stagionale, ancora in casa ma stavolta contro Montesilvano.

Il 22 saremo in Veneto contro la Futsal Rambla, squadra che non può impensierirci. Idem sette giorni dopo al Palagems contro Thiene. Il giorno di Ognissanti, infine, eccoci in Puglia contro Fasano per cercare un’altra vittoria. Nove punti per recuperare entusiasmo e posizioni di classifica prima dell’arrivo a via del Bajardo delle abruzzesi del Montesilvano. L’Olimpus sarà pure piu forte e completa di noi ma la Lazio non molla e cerca il riscatto. Guidata, come sempre, dal Totem Lucileia…

G.Bi.

Nessun commento on "Lucileia è sempre il nostro Totem: abbiamo perso ma ora vinciamo le prossime tre"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *