Rugby, prima Calvisano e poi poker di gare all’Acquacetosa

519 0

Va meglio, decisamente. Merito della vittoria conquistata con gli artigli domenica scorsa sul nuovo terreno dell’Acquacetosa in virtù della quale la Lazio Rugby ha spazzato via i venti di crisi, portandosi dall’ultimo posto del Campionato Eccellenza all’ottavo gradino della graduatoria.

E adesso? Facciamo un po’ di conti, ricordando sempre che quest’anno il format del torneo non prevederà retrocessioni e dunque tutti i XV, soprattutto quelli che gravitano nelle retrovie della graduatoria, stanno giocando senza stress.

Il 2 dicembre, alla ripresa del Campionato, saremo attesi da un viaggio terribile in Lombardia in casa del Calvisano. Conterà non demoralizzarsi e giocare per la maglia, essenzialmente, vista la disparità delle forze in campo. Poi chiuderemo il girone di andata alle ore quindici di sabato 23 dicembre nel classico derby dell’Acquacetosa contro le Fiamme Oro. Sarà la gara del giro di boa. Poi, a gennaio, altre tre partite in casa, utili magari a cogliere qualche punto pesante, anche per il tramite dei bonus. Affronteremo, in rapida successione, il Petrarca, il Viadana e i Medicei, tutte formazioni al cospetto delle quali abbiamo perduto nelle prime gare stagionali.

Arrivare ottavi, alla fine del Campionato, migliorando dunque il rendimento della scorsa stagione, è possibile a patto di concretizzare la grande mole di gioco che produciamo dalla trequarti in avanti, senza più commettere errori od omissioni in retroguardia.

G.Bi.

Nessun commento on "Rugby, prima Calvisano e poi poker di gare all’Acquacetosa"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *