Pallanuoto, le società dicono si alla formula a gironi

85 0

Martedì si è tenuta una riunione tra la Fin e le società di Serie A1 maschile. All’esame una nuova formula per il Campionato, completamente differente dall’ipotesi precedente, ovvero la “bolla”. Tale ipotesi ha trovato il gradimento di gran parte dei clubs. Adesso toccherà al Consiglio Federale decidere.

La nuova formula
Prima fase: il via il 7 novembre, con 4 gironi iniziali, tre da 3 squadre e uno da 4, non su base geografica. Partite di andata e di ritorno. Le prime due classificate di ogni girone si qualificano per la seconda fase “elite”.

Seconda fase “elite”
Altri due gironi da 4 squadre, con gare di andata e ritorno. Le prime due classificate di ogni raggruppamento si qualificando per le semifinali-scudetto.

Seconda fase salvezza
Le cinque squadre escluse dalla fase elite disputano un girone al termine del quale le ultime due prendono parte alla finale play-out. Retrocederà una sola squadra perché è già stabilito che dalla prossima stagione la A1 di pallanuoto tornerà a 14 squadre (dalle 13 attuali).
Ovviamente ogni partita sarà preceduta dai tamponi, effettuati da ognuna delle due squadre.
Sono infatti previsti tamponi obbligatori e una durata minima di due o tre settimane tra una giornata di campionato e l’altra.

(Articolo tratto dal portale www.waterpolopeople.com, che ringraziamo)

Nessun commento on "Pallanuoto, le società dicono si alla formula a gironi"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *