Il taccuino di Vezzoli: l’appello della NBA contro il razzismo

179 0

Il tradizionale taccuino di Andrea Vezzoli dedicato alle cinque notizie sportive della settimana maggiormente meritevoli di approfondimenti.

1. UN APPELLO CONTRO IL RAZZISMO

Una delegazione di campioni Nba è giunta a Roma per un’udienza con Papa Francesco. L’argomento dell’incontro è stato l’impegno di tutta la Nba contro il razzismo.
Sterling Brown, Kyle Korier, Anthony Tolliver, Jonathan Isaac e Marco Belinelli hanno portato al Papa un pallone, le magliette delle loro società, nonché un libro con tutte le fotografie significative documentando le attività intraprese contro il razzismo.
I cestisti Nba dimostrano che essere campioni di sport al giorno d’oggi comporta una buona dose di responsabilità verso la collettività.

Da avvenire.it, “Le star dell’Nba da Papa Francesco: un canestro contro il razzismo”, 23/11/2020.

2. UN SINGOLARE MA SENTITO OMAGGIO

Gastronomia e sport formano un binomio molto valido, anche alla luce dell’ultima vicenda in materia.
L’allenatore del Tottenham Mourinho ha donato un jamon iberico da 500 £ al suo giocatore Reguilon, al termine dell’incontro tra Tottenham e Manchester City, vinto dalla squadra del portoghese.

Mourinho ha pubblicato una fotografia dal suo profilo Instagram con il suo calciatore e l’oggetto del dono. Le possibili spiegazioni del gesto sono due: una scommessa persa e inerente alla partita; oppure un gesto di ringraziamento per il giocatore che ha scelto la squadra inglese.
Un gesto elegante di un allenatore verso il suo giocatore!

Da europort.it, “José Mourinho perde la scommessa, un prosciutto da 500 sterline a Sergio Reguilon”, 24/11/2020.

3. L’ALLENAMENTO IN CASA DI UN CAMPIONE

Solo alcuni atleti hanno legato il loro nome alle Olimpiadi, trionfando in quasi tutte le occasioni in cui hanno gareggiato, garantendosi quindi una fama costante.

Yuri Chechi appartiene a questa categoria. Dopo anni dal suo ritiro, la popolarità del campione toscano è rimasta molto alta, come dimostrano likes e commenti al filmato pubblicato dal proprio profilo Instagram.
Nel video si apprezzano le doti di Yuri Chechi che si sta allenando nella sua casa in Toscana come dovesse prepararsi per un’altra Olimpiade, mentre in realtà si tratta di esercizi di routine.
Disciplina, rispetto per se stessi, umanità: lo sport ha bisogno di campioni come Yuri Chechi!

Da sport.sky.it, “Yuri Chechi, l’allenamento in zona rossa stupisce tutti: il video su Instagram”, 24/11/2020.

4. L’IMPEGNO DI UN GRANDE CLUB PER L’AMBIENTE

Gli sforzi per rendere più vivibile il nostro pianeta sono sempre più forti e lo sport non è da meno.
Un Sports è la divisione delle Nazioni Unite che si occupa anche dell’impegno dello sport per l’ambiente. L’ultimo club calcistico che si è impegnato ufficialmente in questo senso è l’Arsenal, che ha lanciato il programma “Sport al servizio dell’azione climatica”, che si articola attraverso diversi progetti: la piantumazione di 30 alberi, 4.5 milioni di litri di acqua riciclati nei campi di allenamento e il divieto di introdurre bicchieri e bottigliette di plastica allo stadio.

L’Arsenal è il terzo club britannico e il quinto in Europa impegnato attivamente per sostenere le cause legate all’ambiente e la tendenza per lo sport dei prossimi anni va in questa direzione.

Da sportmediaset.mediaset.it, “L’Arsenal va in gol per il pianeta”, 24/11/2020.

5. IL RICORDO DI DIEGO ARMANDO MARADONA

In questi giorni tristi per il calcio mondiale, scosso dalla scomparsa di Diego Armando Maradona, ognuno pubblica o affida ai media il suo ricordo del Campione argentino. Sarebbe interessante conoscere il ricordo personale di ognuno di noi di Maradona.
Abbiamo scelto di riportare parte del ricordo di Maradona di un altro grande campione, Roberto Baggio, il quale alle agenzie di stampa ha paragonato Maradona ad un grande artista che ha incantato e incanterà le generazioni future con il suo calcio.

Il ricordo termina con un messaggio toccante: “non dimenticarti di portare il pallone nel viaggio della luce tranquilla dell’eternità”.
Un pensiero delicato portato avanti da un grande uomo, diverso per temperamento da Maradona, ma a lui accomunato per essere stato uno dei pochi calciatori che con il suo gioco ha avvicinato molti tifosi al calcio.

Da sportmediaset.mediaset.it, “Baggio: ‘Maradona ha dipinto grande calcio’”, 26/11/2020.

Andrea Vezzoli

Nessun commento on "Il taccuino di Vezzoli: l’appello della NBA contro il razzismo"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *