Il designatore Messina ammette: “Massa dispiaciuto, guardava la barriera e credeva Medel ininfluente”

672 0

«Io non ho niente da dire a Lotito. Io guardo in casa mia e gestisco gli arbitri come meglio credo. Io ho il dovere di non disperdere un capitale umano costruito negli anni. Sento sempre critiche ma mai proposte concrete». Il designatore degli arbitri, Domenico Messina risponde così al presidente della Lazio, che ieri ha criticato l’arbitraggio di Massa nel match perso 2-1 dai
biancocelesti contro l’Inter.

La Lazio si lamenta in particolare per il gol di Hernanes nel quale non è stato riscontrato un fuorigioco di Medel. «Massa è il primo ad essere dispiaciuto -spiega Messina-. In questo caso lui si è concentrato sulla barriera e su un eventuale fallo di mano e non ha percepito la posizione del giocatore cileno. Era convinto che Medel non avesse
influito nel gol. Sottolineo però che la scelta del fischietto ligure non è stata una designazione azzardata, perché aveva dato ampie garanzie».

Messina fa poi un bilancio su questa sua prima stagione da designatore arbitrale. «Premesso che i bilanci si fanno a bocce ferme la mia è stata un’esperienza positiva, ho trovato un gruppo forte e
coeso, frutto del lavoro dei miei predecessori Collina e Braschi. Ho cercato di trasmettere le mie filosofie, che sono lavoro e responsabilità. Non mi sono piaciute alcune situazioni, come ad esempio quello accaduto in Juventus-Roma, dove si poteva fare indubbiamente meglio. È inutile nascondere le manchevolezze, però pretendere che in una stagione non si verifichino i siano errori arbitrali è come pretendere di andare sulla luna a piedi».

Messina chiude sulla decisione di ridurre per motivi economici i raduni delle ex giacchette nere a Coverciano: «Li abbiamo compressi, prima ci vedevamo il giovedì, ora il venerdì. Come in qualsiasi
attività più si lavora e meglio è. Penso che sia un problema che riguarda specialmente gli arbitri giovani sui quali c’è più lavoro da fare».

Fonte: Il Messaggero

Nessun commento on "Il designatore Messina ammette: “Massa dispiaciuto, guardava la barriera e credeva Medel ininfluente”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *