IFL, i Marines inseguono primato e play-off

693 0

Tratto dal sito web di Rai Sport, un interessante articolo sul campionato della IFL, l’Italian Football League, che si avvia verso la fase piu’ emozionante: quella dei play-offs.

Il campionato di football americano della IFL, l’Italian Football League, la prima divisione italiana, si avvia alla conclusione della stagione regolare regalando emozioni e sorprese. Dopo anni in cui il dominio assoluto delle favorite era evidente fin dalle prime giornate, il campionato 2015, a tre settimane dall’inizio dei playoff, ha ancora molte pretendenti al titolo.

Nella decima giornata, i campioni del 2014, i Seamen Milano, indiscussi favoriti a marzo, hanno subito la loro terza sconfitta dell’anno, la seconda consecutiva. Due settimane fa a Bergamo, contro ogni pronostico, i Seamen si erano arresi per 25 a 21 contro i Lions che fino ad allora erano il fanalino di coda del Girone Nord a zero vittorie.

Sabato, invece, sono caduti al Vigorelli nel derby della Madonnina contro i Rhinos in una spettacolare partita combattuta fino alla fine. L’attacco dei Rhinos, guidato dal quarterback TJ Pryor e trascinato dai ricevitori Gementi e Gavazzi, ha portato subito i suoi in vantaggio, mostrando di aver raggiunto un’ottima e collaudata sintonia .

I Seamen, tenuti a distanza fino alla fine del quarto e ultimo quarto di gioco, non si sono però mai arresi. A cinque minuti dalla fine, il qb Jonathan Dally ha lanciato un passaggio in touchdown per Stefano Di Tunisi, portando i suoi a una sola lunghezza dagli avversari con il punteggio di 22 a 30. Il successivo tentativo di recuperare il pallone con un ‘on-side kick’ non è però andato a buon fine e i Rinoceronti hanno potuto controllare il cronometro e assicurarsi il derby.

La quinta vittoria consente ai Rhinos di sperare nel terzo posto del Girone Nord in vista dei playoff. I Seamen scendono invece al secondo posto alle spalle dei Panthers Parma, loro avversari lo scorso anno nell’Italian Superbowl, la finale del campionato. Parma, dal canto suo, ha domato i Lions a Bergamo 38 a 0, dimostrando una solidità crescente dopo i passi falsi di inizio stagione contro Giants e Seamen.

I Giants di Bolzano hanno battuto degli agguerritissimi Giaguari di Torino 21 a 14. Con una sola vittoria i piemontesi vedono sfumare la possibilità di accedere ai playoff, mentre con lo stesso record dei Seamen di 6 vinte e 3 perse i Giants sono al terzo posto in classifica nel girone settentrionale solo per la differenza punti negli scontri diretti.

Sotto un fitto acquazzone, con venti e temperature autunnali, i Dolphins, in casa, nel nuovo Stadio della Palla Ovale di Ancona, hanno privato dell’imbattibilità i Marines Lazio, la squadra rivelazione del Campionato IFL 2015. Una formazione composta per lo più da giovanissimi atleti provenienti dalle giovanili laziali, lo scorso anno i Marines erano riusciti a vincere solamente una partita di campionato e lo spareggio per evitare la retrocessione, entrambi contro i Briganti di Napoli.

Considerati insieme a questi ultimi una delle cenerentole della IFL, i Marines si sono presentati al via con qualche rinforzo dalle serie minori e due giocatori di grande talento importati dagli Stati Uniti: il quarterback di Rutgers University Chas Dodd e il defensive tackle di Tennessee Corey Miller. Soprattutto, però, sono arrivati al campionato con una nuova filosofia implementata da una nuova squadra di allenatori. Il coaching staff guidato da Stan Bedwell, a tempo di record, ha permesso una crescita esponenziale dei giovani atleti dei Marines, che in questo campionato hanno sorpreso tutti nel Girone Sud, travolgendo ogni squadra che abbiano affrontato, inclusi gli stessi Dolphins battuti nella partita di andata a Roma per 58 a 34, portandosi al primo posto in quasi ogni statistica di squadra e, soprattutto, in classifica.

Sabato, oltre alla questione di onore, in ballo c’era la leadership del girone e la possibilità di sfruttare il vantaggio di casa nella post season. E per le due contendenti sono virtualmente cominciati i playoff. Le due squadre hanno dimostrato un grande agonismo e offerto un emozionante spettacolo, che le condizioni meteorologiche avverse non sono riuscite a rovinare. Ancona apre subito le marcature e i Marines si trovano a inseguire, ma non è la prima volta e la squadra di Roma ha dimostrato spesso di saper togliersi d’impiccio nell’ultimo quarto, e a ogni spettacolare marcatura dei Dolphins rispondono con drive e touchdown altrettanto spettacolari.

Una partita di questo livello in certe condizioni è sempre decisa da episodi, da chi fa meno errori e chi è più determinato a sfruttare le occasioni offerte dall’avversario. L’attacco dorico non sbaglia molto e con fermezza riesce a mettere in difficoltà la migliore difesa del campionato, mentre dall’altra parte Dodd, nonostante qualche occasione sprecata e una inusuale mancanza di precisione, riesce a tenere i Marines a un TD di distacco dagli avversari fino ai due minuti dallo scadere.

I Dolphins possono controllare il cronometro e allo scadere segnano l’ultima meta che con la trasformazione alla mano fissa il punteggio sul 45 a 32. Per mantenere il primato in classifica i Marines devono ora necessariamente battere i Warriors Bologna nell’ultima partita di calendario, così come Ancona che non può permettersi passi falsi né con gli emiliani, né con Napoli nelle ultime due sfide che le rimangono. Bologna, da parte sua, deve vincere contro le due capilista per poter prolungare la stagione.

Nell’altra partita del girone, le Aquile di Ferrara hanno avuto vita facile come previsto contro i Briganti di Napoli: 55 a 7 il finale. Mentre i partenopei sono fuori dalla post season, le Aquile dovranno vedersela contro i Grizzlies di Roma per l’ultimo posto disponibile del Girone Sud.

Nessun commento on "IFL, i Marines inseguono primato e play-off"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *