Hockey, un grande girone di andata: solo applausi

64 0

Undici punti raccolti in sette gare, frutto di tre vittorie, due pareggi e due sconfitte (contro CUS Padova e Bondeno, le formazioni che si giocheranno la promozione in Serie A1, quindi più attrezzate di noi…).
È piaciuta la Lazio Hockey in questo girone di andata della Serie A2, eccome. “Anche perché – la considerazione è del Presidente, Roberto Brocco – meritavamo sicuramente dei punti in più. Ne abbiamo persi due contro il San Giorgio, avanti di due reti a pochi minuti dalla fine. A Potenza Picena, all’esordio, abbiamo giocato meglio e meritavamo di vincere. E anche a Bondeno abbiamo retto alla grande il confronto…”.

Insomma, tanti elogi. Pure orfani di Edoardo Garbini, la difesa, ad esempio, se l’è cavata, spostando Gonzalez come centrale. Sono cresciuti giovani validi come Pompili e Natili. È tornato Abbrusci, vecchia conoscenza delle Lazio del passato. E, in avanti, i due Brocco, Angius, Gamal e Crema hanno sempre garantito sprazzi di classe e assicurato “corti” in serie. L’obiettivo allora della Lazio in vista del girone di ritorno? Si ricomincerà a giocare a marzo inoltrato ma la missione è quella di terminare il Campionato di A2 al terzo posto, collocando Potenza Picena sotto di noi. Non sarebbe male, da neopromossi…

G.Bic.

Nessun commento on "Hockey, un grande girone di andata: solo applausi"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *