Supercoppa, eccoci: un’altra notte da vivere tutti assieme

536 0

Eccola, un’altra notte da vivere tutti assieme. Ferragosto, il cocomero, i tuffi in mare o in piscina possono attendere. Domenica 13 agosto, ormai ci siamo: affronteremo per la quinta volta la Juventus, sfidandola nella conquista di un trofeo. Finora, dal 2013 ad oggi, ci è andata sempre male. Un solo gol segnato in quattro confronti disputati: una sorta di agonia. Iniziò Petkovic, nell’agosto del 2013: Lazio con la coccarda tricolore sulla maglia, retaggio della vittoria nel derby di Coppa Italia che assegnò il trofeo, ma presa a pallate dai bianconeri. Finì 0 a 4: fu un massacro.

Ci disse male, eccome, nella finale di Coppa Italia del 2015. Grida ancora vendetta quel doppio palo colto da Djordjevic nel primo tempo supplementare. Un episodio nefasto che ai vecchi Laziali fece ricordare un altro evento simile: un clamoroso doppio palo colto da Beppe Signori al secondo minuto di Lazio-Borussia Dortmund. Incredibile ma vero, anche quella volta.

Poi ecco la doccia fredda di Shangai, agosto dello stesso anno. Uno 0 a 2 in scioltezza regalato dalla Juve di Allegri ad una Lazio che già faceva intravedere crepe e scollature, anticipo di quello che avrebbe riservato l’annata. E poi la finale di Coppa Italia dello scorso maggio: un altro 0 a 2, annunciato dagli infortuni subiti quattro giorni prima da Parolo e Lukaku, mica due carneadi.

Stavolta, con la Supercoppa in palio, ripartirà l’assalto ai super-Campioni. Compito improbo, converrete. Ci appelliamo alla cabala, al fatto che prima o poi il sole, contro la Juve, sorgerà pure per noi. Ma la squadra, la nostra Lazio non sarà lasciata sola neanche stavolta, neanche inchinandosi al Ferragosto incipiente. La sosterremo tutti insieme nella ottava finale in otto anni che disputeremo: papà, figli, ragazzi, bambini. Tutti rigorosamente fasciati di bianco e celeste…

G.Bi.

 

Nessun commento on "Supercoppa, eccoci: un’altra notte da vivere tutti assieme"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *