Si è spenta la voce di Paolo Ferrari, Laziale a 18 carati

430 0

Si è spenta per sempre la voce di Paolo Ferrari, grande attore di teatro e formidabile doppiatore. Di lui, Laziale a 18 carati, ci piace ricordare un intervento di qualche anno fa, sul palcoscenico dell’Auditorium Parco della Musica. In cui, raccontando il derby vinto del 1941 grazie alle due capocciate di Silvio Piola, pure con la fronte squarciata, snocciolo’ a memoria tutta la formazione di quella magica Lazio dove giocavano, tra gli altri, Gradella, Monza, Romagnoli, Puccinelli, Flamini. Una grande Lazio, mica quisquilie.

Perché divenne Laziale? “Perché allo stadio, quel giorno, i colori biancazzurri mi sembrarono più eleganti di quelli giallorossi”. Ecco, in questa frase, pronunciata quella sera, c’era tutta la passione per i nostri colori. Condoglianze alla famiglia da parte del sito ufficiale e di tutti gli appassionati della Lazio.

G.Bic.

Nessun commento on "Si è spenta la voce di Paolo Ferrari, Laziale a 18 carati"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *