Scherma: un maggio intenso, da Riccione a Plovdiv

172 0

Gli ultimi dieci giorni hanno portato atleti e maestri della Lazio Scherma in giro fra Italia ed Europa.
I piccoli Under 14 hanno affrontato le grandi emozioni del campionato Italiano a Riccione, conquistando due medaglie di bronzo e un 5° posto.

Francesco Pagano ha festeggiato il bronzo nella categoria Ragazzi Sciabola ed il trofeo Kinder+Sport (assegnato al primo in classifica al termine delle due prove nazionali); il secondo bronzo è arrivato da Giulia Paulis nella categoria Ragazze Spada, mentre Sofia Gullo si è piazzata 5^ nella medesima categoria della sciabola femminile.

A Lecce sono saliti in pedana i più grandi, categorie Cadetti e Giovani dai 15 ai 20 anni: la scuola Emmanuele F.M. Emanuele ha brillato con lo sciabolatore dei Carabinieri Giacomo Mignuzzi.
Giacomo ha conquistato un argento (molto sofferto a causa di un infortunio occorso nella prima stoccata dell’ultimo assalto) ed è stato sconfitto in finale da Lorenzo Roma dell’Accademia Greco.

Il giovane carabiniere (ritratto nella foto – è il primo in piedi da sinistra – con gli altri protagonisti) ha festeggiato anche l’attestato conferito per meriti sportivi durante la premiazione del 14 maggio, nella sala di rappresentanza dei Carabinieri di Roma.
Ultimo ma non meno importante, in Bulgaria: a Plovdiv si sta svolgendo il questi giorni il Campionato Europeo Under 23 e la spadista biancoceleste Susan Maria Sica ha conquistato un ottimo 9° posto al suo esordio in una competizione così importante.

La Società si appresta a festeggiare il finale di stagione a Palermo.

(si ringrazia Gina Trombetta e www.sslazioscherma.com)

Nessun commento on "Scherma: un maggio intenso, da Riccione a Plovdiv"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *