Pallanuoto, riparte il campionato. Lazio, spiega le ali

532 0

Dove eravamo rimasti? Al derby vinto contro la Vis Nova un mese e mezzo fa. Il Foro Italico straboccante di Lazialità. Le parate finali di Radic, i gol di Di Rocco e Maddaluno, la vecchia guardia che non molla mai, la festa di Formiconi, ancora segno in una stracittadina. L’abbraccio di tutti i nostri giocatori, al diavolo una lunga sequenza di insuccessi.

Sabato prossimo, a Trieste, con l’ultima gara del girone di andata, ricomincerà la Serie A1. Che classifica ritroviamo? Allora, le prime sei, alla fine del torneo, disputeranno, come sapete, i play-off che assegneranno lo scudetto. La settima, l’ottava e la nona classificata saranno salve. Dalla decima alla tredicesima inizierà il tormentato discorso legato ai play-out: su quattro squadre solo una retrocederà. Il destino, invece, che attenderà la quattordicesima formazione, che scenderà di categoria senza neppure disputare i play-out.

Ad oggi la classifica, dall’ultima a salire, vede questa graduatoria: Sori punti 3, Florentia punti 4, Ortigia punti 7, Lazio punti 8, Trieste e Vis Nova punti 12. Piu’ sopra, decisamente tranquille, Bogliasco a 17 e Savona a 19.

Ovvio che la trasferta a Trieste nasconde insidie ma detta pure alcune considerazioni. La prima: vietato assolutamente perdere per non acuire il distacco dalle squadre che veleggiano oggi a 12 punti. La seconda: un eventuale (ed auspicabile) blitz ci condurrebbe lontano dal guado alla vigilia di un mini-ciclo – quello coincidente con l’inizio del girone di ritorno – molto tormentato in cui incontreremo Acquachiara Napoli e, soprattutto, le due corazzate del campionato, Recco e Savona.

Tra poche ore il Capitano Colosimo racconterà al sito ufficiale della Società Sportiva Lazio le speranze e le ambizioni di un gruppo che il coach Formiconi ha torchiato in queste settimane di pausa, al fine soprattutto di ottimizzare le situazioni di superiorità numerica. Ripartiamo da Trieste con fiducia e con una gran voglia di vincere finalmente fuori casa, spezzando un rognoso tabu’.

G.B.

Nessun commento on "Pallanuoto, riparte il campionato. Lazio, spiega le ali"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *