Pallanuoto, l’importanza delle prossime tre gare…

72 0

Non potevamo certo pensare di impensierire il Recco che, con la forza del suo organico, ha disposto facilmente di una pur orgogliosa Lazio. Ora, con quattro punti dopo sei giornate di A1, la Lazio aspetta la seconda sosta stagionale del Campionato. Bisognerà lavorare sodo e con grande concentrazione, nei prossimi giorni, perché, alla ripresa del torneo, sabato sedici e per il resto del mese di novembre, il Settebello biancoceleste sarà chiamato a misurarsi in tre sfide possibilmente da non perdere.

Il 16 novembre, alle ore 18, ecco, al Foro Italico, il Posillipo, formazione che vanta individualità complessivamente più forti delle nostre. Gara da prendere con le molle, insomma, ma l’obiettivo è quello di muovere comunque la classifica. Il sabato successivo bussola di nuovo orientata verso la Liguria.
Saremo infatti attesi dal Quinto, Club che si è rinforzato in estate e che certo vorrebbe competere per le prime sei posizioni della graduatoria e non per gradini di retrovia. Infine, l’ultimo sabato di novembre, ecco la classica gara da non perdere, una sorta di spareggio contro una sicura rivale diretta. I biancocelesti di Sebastianutti saranno di nuovo in trasferta, stavolta a Palermo, contro la Telimar, neopromossa in Auno, che ha quest’anno abbracciato il nostro ex Maddaluno.

Qualche anno fa tornammo nella massima serie dopo aver battuto in finale proprio i siciliani. Chissà se anche stavolta potremo assistere ad un piccolo prodigio biancoceleste…

G.Bic.

Nessun commento on "Pallanuoto, l’importanza delle prossime tre gare…"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *