Pallanuoto, i tecnici di A1 dicono si alla nuova formula

146 0

Come raccontato da Mario Corcione su www.waterpolopeople.com “dopo la video-conferenza tra i Presidenti di A1, il dibattito sulla ripartenza del Campionato è proseguito con la video-conferenza tra i tecnici federali Tafuro, Silipo, Campagna e Pomilio e gli allenatori delle squadre di A1.

Per evitare affollamento il dibattito è stato diviso in due appuntamenti: a quello già andato in scena hanno preso parte i tecnici delle primi sei squadre classificate al momento della sospensione (Rudic, Bovo, Piccardi, Baldineti, Angelini e Gatto). Al successivo appuntamento parteciperanno gli altri otto coaches (tra i quali il nostro Sebastianutti, ndr).

Ecco le risultanze dell’incontro collegiale on line.

Formula del Campionato: ai tecnici è stato chiesto un parere sulla formula già emersa in questi giorni che prevede, come base di partenza, l’allargamento a sedici squadre (con l’inserimento di due formazioni provenienti dalla A2) e poi quattro gironi iniziali da 4 squadre, una seconda fase con due gironi da otto e play-off completi, partendo dai quarti di finale, approfittando del fatto che lo spazio per fare un campionato così strutturato esiste nonostante l’anno Olimpico visto che, a causa della emergenza Coronavirus, l’attività europea di Club sarà probabilmente ridotta. Ebbene, tutti i tecnici delle squadre di A1 che hanno preso parte alla video-conferenza si sono dichiarati favorevoli.

Settori giovanili: i tecnici delle squadre di A1 hanno esternato il loro consenso anche alla ristrutturazione delle categorie giovanili che, nella prossima stagione, dovrebbero essere Under 18, Under 16, Under 14 e forse anche Under 20.

Va sottolineato che il dibattito costituisce una novità importantissima. È la prima volta, infatti, che ai tecnici viene chiesto un parere da parte della Federnuoto”.

(Si ringrazia il portale specializzato wwww.waterpolopeople.com)

Nessun commento on "Pallanuoto, i tecnici di A1 dicono si alla nuova formula"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *