Il taccuino di Vezzoli: che belli, ad Imola, i Mondiali di ciclismo…

295 0

Riprende, dopo la pausa di agosto, la tradizionale rubrica di Andrea Vezzoli dedicata all’approfondimento delle notizie sportive più meritevoli della settimana.

1. UNA STRUTTURA MITICA

Riprendiamo il “Taccuino” con il ricordo, ma al contempo con l’auspicio di organizzare un evento unico al mondo: le Olimpiadi Estive a Roma.
Roma è la più bella città al mondo e tutti gli eventi organizzati acquisiscono un fascino unico, nella città di Giulio Cesare: le Olimpiadi del 1960 non sono state da meno.
84 Paesi partecipanti hanno inviato atleti per partecipare ai Giochi Olimpici, iniziati il 25 Agosto di sessant’anni fa alle 16:30. Atleti che da campioni sono diventati miti, come Cassius Clay, Abebe Bikila o l’italiano Livio Berruti. Così come gli impianti: nello specifico, ricordiamo il villaggio olimpico ma soprattutto lo Stadio dei Marmi, nominato nel 2013 “Stadio dei Marmi Pietro Mennea”, a pochi passi dallo Stadio Olimpico. Oggi lo Stadio ospita eventi sportivi di ogni genere, come le manifestazioni legate al Golden Gala, che tra qualche settimana si svolgerà a Roma.

Sei corsie e sessanta statue donate dalle province italiane dell’epoca vegliano sulle gesta degli sportivi che sognano di vivere, anche per pochi istanti, il fascino dei giorni dell’Agosto 1960 a Roma, in cui mito e sport si sono incontrati nella città eterna.

Da ilfaroonline.it, “Le Olimpiadi a Roma: lo Stadio dei Marmi e le sue 60 statue ad incorniciare il sogno”, 25/08/2020.

2. ANCHE I GRANDI SBAGLIANO

Siamo esseri umani, sbagliare è comprensibile ma, nell’era dei social network, quando lo sbaglio è banale e l’autore è un campione affermato, la notizia diventa di dominio pubblico.
Jon Rahm, numero due della classifica mondiale di golf ha sollevato la sua pallina senza marcarla, violando la regola 9.4. Tutto ciò è accaduto durante il Bmw Championship e l’errore non ha influito sulla performance del campione spagnolo, che ha chiuso in 66 colpi. Numeri da fuoriclasse.

Il golfista spagnolo ha ammesso l’errore e, se da una parte è stato orgoglioso di aver mantenuto la concentrazione, dall’altra si augura di non dover perdere il Tour proprio per quest’errore.
Anche i grandi, a volte, sbagliano: anche per questo li tifiamo così ardentemente.

Da golfando.tgcom24.it, “Jon Rahm alza la pallina senza marcarla: arriva la penalità”, 30/08/2020.

3. GLI SPORT VIRTUALI SI PREPARANO PER L’AUTUNNO

Con il mese di Agosto finisce un periodo intenso per gli sport elettronici e al contempo ne inizia un altro che sarà caratterizzato da azioni legali e relazioni commerciali profonde.
Non ci addentriamo nelle informazioni tecniche utili per gli addetti ai lavori; ci limitiamo a fornire dettagli nei termini più generali possibili, che magari potranno essere di approfondimento nelle prossime pubblicazioni del “Taccuino”.

Gli avvenimenti salienti di Agosto per gli e-sports sono stati tre: Apple e Google intentano causa contro Fortnite per il controllo delle transazioni in app del gioco; Facebook Gaming continua la sua ascesa nello streaming dei giochi elettronici; Spotify diventa partner musicale di League of Legends.
Il settore degli sport elettronici è in continuo fermento e nei prossimi mesi assisteremo a sviluppi sempre più frequenti in un ambito che muove ingenti quantità di denaro.

Da oiesports.it, “Rientro in ufficio: ecco l’e-sports Summer Recap”, 31/08/2020.

4. LA CHAMPIONS LEAGUE FEMMINILE

La settimana scorsa si è disputata la finale di Champions League di calcio femminile tra Olympique Lione e Wolfsburg, vinta dalle ragazze francesi. La finale è stata l’occasione per il Presidente Uefa Alexander Ceferin per fare il punto della situazione sullo stato di salute del calcio femminile europeo.
La finale disputata in Spagna è la prima dal lancio del programma quinquennale “Time for Action”, con cui l’Uefa si impegna a ridurre il divario di possibilità tra uomini e donne anche nel calcio europeo.
L’anno sportivo terminato con la finale in Spagna è stato sui generis a causa dell’emergenza sanitaria, ma i vertici del calcio europeo hanno confermato l’impegno a portare avanti il programma “Time for Action”.

L’organizzazione della fase finale della Champions League femminile dimostra che la strada da percorrere per l’uguaglianza di genere sia ancora lunga. Ma è quella giusta.

Da uefa.com, “Uefa fully committed to helping women’s football bounce back, says President Alexander Ceferin”, 31/08/2020.

5. IL RITORNO DI UNA GARA STORICA

I Mondiali di ciclismo si terranno tra il 24 e il 27 Settembre a Imola. Ora è ufficiale: dopo il rinvio del Mondiale in Svizzera, l’Unione Ciclistica Internazionale ha preferito l’Italia alla Francia per l’organizzazione della manifestazione.
Non si svolgeranno le prove juniores e under 23: sanno coinvolte solo le categorie élite maschile e femminile. Il circuito sarà unico al mondo: si svolgerà sul percorso dei Tre Mondi per arrivare all’autodromo.

I Mondiali tornano in Emilia Romagna dopo l’edizione del 1968: come il ciclismo unì una Nazione intera negli anni del boom economico, così può tornare ad unire tutta l’Italia nella sua corsa verso la normalità.

Da ansa.it, “Ciclismo: i Mondiali assegnati a Imola”, 02/09/2020

Andrea Vezzoli

Nessun commento on "Il taccuino di Vezzoli: che belli, ad Imola, i Mondiali di ciclismo…"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *