Mini-esodo ad Empoli: conduciamo la Lazio al primo blitz esterno!

95 0

L’orario è comodo, escludendo alzatacce domenica mattina. Confortante anche la prospettiva di essere, prima di mezzanotte, a casa. Eccolo, il primo mini-esodo stagionale dei nostri tifosi: Empoli, d’altronde, è una delle più comode trasferte stante anche i cordiali rapporti con la tifoseria toscana.

Tutto da dimostrare, invece, che sia campo facile perché tradizionalmente mai lo è stato. Qui praticamente perdemmo lo scudetto del ’99 – non riuscendo a vincere al cospetto di una formazione già retrocessa – qui, nella seconda stagione dell’era-Pioli, perdemmo di misura, vedendoci pure annullare due reti dall’ineffabile arbitro Fabbri.

Insomma, servirà una Lazio accorta e veloce, di gambe e di pensiero, per eludere le velleità degli azzurri, squadra agile di rimessa. Ecco perché il ruolo degli oltre tremila Laziali che, domenica mattina, imboccheranno l’autostrada sarà importantissimo. Bisognerà (come sempre…) sostenere a gran voce la Lazio e condurla, se possibile, al primo blitz esterno della stagione, cominciando a replicare la tendenza dello scorso anno quando ogni trasferta si trasformava quasi in una festa.

P.S. Arbitrerà anche Orsato, il fischietto della finale di Coppa Italia del 2013: ecco perché ad Andreazzoli, allora tecnico dei dirimpettai cittadini, sembrerà già nel tunnel che porta in campo, di rivedere le streghe…

G.Bic.

Nessun commento on "Mini-esodo ad Empoli: conduciamo la Lazio al primo blitz esterno!"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *