L’urlo di Sara Agnello: “La Lazio vuole la Final Eight di Coppa Italia”

105 0

L’ultimo impegno ufficiale disputato risale al 26 gennaio, contro il Cagliari. Il prossimo si giocherà il 20 febbraio, sul campo del Grisignano, nello spareggio che mette in palio la Final Eight di Coppa Italia. In mezzo quasi un mese di stop, con inevitabili pro e contro.

“Abbiamo avuto e abbiamo tanto tempo per preparare la fondamentale sfida contro il Grisignano, e questo può rappresentare un vantaggio. Il problema, però, potrebbe essere dopo, quando, per recuperare le gare rinviate, ci troveremo ad affrontare un vero tour de force, giocando sia di mercoledì che di domenica”, questa la lucida analisi di Sara Agnello, ritratta nella foto. La testa del vicecapitano è già rivolta allo spareggio di Coppa Italia: “Una gara importantissima, a cui teniamo particolarmente. La Final Eight è un traguardo che vogliamo raggiungere a tutti i costi”. Servirà, però, la migliore Lazio: “Fuori casa, contro una squadra capace di batterci al PalaGems, dovremo metterci tanto cuore”. I dettagli, come sempre, faranno la differenza: “La qualificazione resterà a lungo sul filo del rasoio – pronostica Agnello. “Mi aspetto una sfida alla pari e molto equilibrata”.

Conquistare la Final Eight per poi rituffarsi con il morale alto sul campionato. Finora, nelle prime due giornate del girone di ritorno, le biancocelesti hanno raccolto quattro punti, migliorando il rendimento dell’andata, quando, tra Ternana e Cagliari, la Lazio racimolò solo un pareggio. “È presto per dire se questo miglioramento corrisponda a un’effettiva crescita della squadra, di certo me lo auguro”.

Nella prima parte di stagione è mancata soprattutto la continuità: “Nel girone di andata ci sono stati troppi alti e bassi. La squadra ha alternato grandi prestazioni, come quelle offerte contro Breganze e Statte, a tonfi inaspettati, su tutti il k.o. di Lamezia. Il gruppo c’è e alcuni risultati lo testimoniano, ma siamo andate troppo a corrente alternata – sottolinea Agnello -. Probabilmente la giovane età e la poca esperienza di alcune ragazze, provenienti dalla A2 o dal settore giovanile, hanno influito, ma non voglio cercare giustificazioni”.

Il passato è passato, l’importante è imparare dai propri errori. “Al giro di boa eravamo decime, quindi è chiaro che, per centrare i playoff, dovremo migliorare il nostro rendimento”.

(si ringrazia la S.S. Lazio Calcio a 5)

Nessun commento on "L’urlo di Sara Agnello: “La Lazio vuole la Final Eight di Coppa Italia”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *