Il raduno della nuova Lazio: buona stagione, ragazzi

245 0

Parte oggi, all’interno del Centro Giulio Onesti dell’Acquacetosa, la preparazione della Lazio Rugby al prossimo Campionato di Eccellenza. Solito, consolidato format: dieci squadre ai nastri, le prime quattro compagini, al termine della stagione regolare, scaraventate nelle semifinali dei play-off, l’ultima in graduatoria, invece, che retrocede.

Un torneo che si annuncia molto più equilibrato, soprattutto per i bassifondi della classifica. Lo scorso anno L’Aquila mai fece testo, vittima sacrificale già alla vigilia, puntualmente retrocessa e mai oggettivamente in lizza per salvarsi. Stavolta, con l’approdo di Reggio Emilia, la voglia di emergere di Piacenza, realtà consolidate del rugby italiano come Viadana e San Donà, la Lazio dovrà lottare strenuamente per guadagnarsi il suo annuale scudetto: restare, ovvero, a contatto con i grandi clubs dell’Eccellenza.

Ci sarà Toniolatti, al pari del nuovo ingresso Miller. E poi i giovani che il coach Montella ha in animo di svezzare, gettandoli nella mischia. Buon lavoro e buon viaggio ai nostri ragazzi, insomma. Con l’auspicio che, anche quest’anno, le strategie della società si rivelino giuste. La Lazio Rugby 1927 è il più antico XV italiano: trasudiamo storia e prestigio. Che non possono certo evaporare…

G.Bi.

Nessun commento on "Il raduno della nuova Lazio: buona stagione, ragazzi"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *