Chilelli: “La stagione delle ragazze? Non è sufficiente…”

170 0

Terminata la regular season, in casa Lazio Calcio a 5 femminile è tempo di bilanci. Tra gioie e dolori, imprese da raccontare ed enormi delusioni. Un anno da rivivere attraverso le parole di Daniele Chilelli, colui che più di tutti incarna la Lazialità. La finale di Coppa Italia ha rappresentato il punto più alto di una stagione strana. Intensa, emozionante, ma alla fine insufficiente: “Da 5,5”, sentenzia il tecnico biancoceleste, che poi specifica. “Il voto è una media tra l’8 per la coppa e il 3 per il campionato”. La mancata qualificazione ai playoff pesa in maniera determinante: “Una delusione enorme. Cosa è mancato? La giusta esperienza, anche nelle senior”.

Tanta amarezza, ma anche la consapevolezza di avere un futuro roseo davanti. Il pokerissimo rifilato al Lamezia nell’ultima giornata di campionato ha confermato la bontà del settore giovanile e le potenzialità di un gruppo che può solo crescere. “Non era semplice disputare una gara del genere, dopo aver fallito l’obiettivo playoff”. La scelta di mandare tutte le senior in tribuna si è rivelata corretta: “Le giovani in campo hanno creato l’atmosfera giusta. Dalla loro voglia è nata una prestazione perfetta. Abbiamo battuto una formazione capace di superarci 7-4 all’andata, condizionando il nostro percorso. Basti pensare che non abbiamo centrato la post season per soli due punti…”.

Chilelli si gode le campionesse del domani: “È vero che il Lamezia non aveva più nulla da chiedere, ma le nostre ragazze si sono comportate in maniera esemplare. Meritavano questo premio, perché il loro contributo ci ha permesso di mantenere sempre altro il livello dei nostri allenamenti durante l’anno”. Per Federica Neroni, Aurora Pelone e Marika Umbro la gioia dell’esordio in Serie A: “La prima ha fatto doppietta, le altre due hanno dimostrato che la Lazio ha un parco portieri invidiabile, con cinque estremi difensori giovani e forti. Nell’ultima gara, Tirelli, classe ’97, è andata in tribuna, e in campo si sono alternate, giocando dieci minuti a testa, Ludovica Luzi, classe 2000, Carlotta Scarcella, classe 2001, Aurora Pelone, classe 2002, e Marika Umbro, classe 2003”.

I gioielli in rampa di lancio sono talmente tanti che, guardando al domani, la delusione si trasforma in ottimismo, la rabbia in voglia di riscatto. “Queste ragazze rappresentano il presente ma soprattutto il futuro di questa società. Il prossimo anno cercheremo di costruire una squadra più forte di quella attuale, per tornare a disputare i playoff”. Chilelli sa già come muoversi: “Dovremo aggiungere qualche straniera al nostro organico. Portano un’altra cultura e, di conseguenza, favoriscono la crescita di tutto il gruppo”.

(si ringrazia la S.S. Lazio Calcio a 5 – Foto Lady Futsal)

Nessun commento on "Chilelli: “La stagione delle ragazze? Non è sufficiente…”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *