Addio Champions: gli 89 gol dello scorso anno non ci sono più

279 0

A sette giornate dalla fine del Campionato la Lazio ha segnato appena 49 reti. Nelle ultime tre, maledette partite – quelle che hanno deciso in negativo quest’anno stagione – abbiamo segnato un solo gol su azione. Troppo poco per poter pensare di andare in Champions, arrivare quarti e mettersi dietro belle contendenti.

La Lazio non segna, magari crea ma poi non finalizza. E i dati parlano chiaro. Abbiamo il decimo attacco della A. Ciro fallisce a San Siro, Correa lo imita. Poco cinismo sottoporta, i gol di Luis Alberto e Milinkovic non ci sono più. E così il campionato è andato. Inutile soffermarsi sul recupero contro l’Udinese e la gara contro il Chievo di sabato prossimo. Ormai siamo fuori dalla lotta. Mai, nel corso della stagione, abbiamo avuto continuità facendo tesoro degli errori commessi. Come quello di prendere gol nell’ultimo scampolo di gara. Come puntualmente avvenuto pure a San Siro. Milan o Atalanta, probabilmente, si giocheranno il posto per la Champions. Noi dovremo fare attenzione a non perdere pure il tram per l’Europa League viste le trasferta che ci attendono in casa di Toro e Samp, rivali per la piccola Europa. A meno che non eliminassimo il Milan in Coppa Italia, vincendo poi il trofeo.

Il male della stagione è stato sempre l’abulia sottoporta. Occasioni svanite, bomber a secco, i maggiori finalizzatori dello scorso campionato, Luis Alberto e Milinkovic, raramente in copertina. Con giocatori praticamente mai utilizzati come Berisha e Lukaku. Addio Champions, con comprensibile rimpianto, allora. Ancora una volta.

G.Bic.

Nessun commento on "Addio Champions: gli 89 gol dello scorso anno non ci sono più"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *