Una Lazio in continuo movimento: si, i fondatori gradirebbero…

3 0

Pensate se i nove fondatori, ritratti in un collage di grande suggestioni, avessero immaginato che, 118 anni dopo aver visto la luce, la Lazio avrebbe potuto annoverare oltre settanta tra Sezioni ed Attività Associate, gareggiando in quasi ottanta, complessive discipline sportive.
Forse, per festeggiare, si sarebbero gettati nel Tevere (era una splendida abitudine, ai primi del Novecento, con Roma solcata dagli zoccoli delle carrozze) oppure avrebbero organizzato un convivio festante proprio in Piazza della Libertà, chissà.

La realtà, oggi, è sotto gli occhi di tutti: pur a fronte di generali e complessive difficoltà di praticare sport in una città dilaniata da problemi atavici, la Lazio continua ad allargare i propri orizzonti, splendida e splendente, capace ogni anno di mettere assieme atleti, atlete, discipline e storie inedite.

Quasi ottanta discipline sportive, ormai, praticate, esaltate da ragazzi e ragazze che, con baldanza, sventolano i nostri colori. Non conosciamo la parola crisi, tantomeno di vocazioni. La Lazio si consolida, con i fatti, in uno straordinario movimento sportivo. Il più grande d’Italia, il più grande d’Europa e forse solo la nostra consolidata modestia non ce lo fa annoverare tra il più ampio e smisurato del mondo intero.

Chissà se, facendo capolino tra le nuvole mentre il recente Consiglio Generale del Sodalizio deliberava l’ingresso di nuove Sezioni, i nove fondatori abbiano assistito all’evento, sorridendo per la straordinaria crescita della Lazio e di tutte le proprie anime.

Si, ecco il nostro nuovo mondo: una galassia sterminata di storie, volti, successi. Siamo la Lazio, siamo sempre più forti e più grandi. Non se ne dolgano coloro che non ci amano. E sappiano che non abbiamo voglia di fermarci…

G.Bi.

Nessun commento on "Una Lazio in continuo movimento: si, i fondatori gradirebbero…"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *