Pallanuoto, le trasferte a Firenze e Napoli decisive per volare

1 0

Sei punti raccolti in quattro gare: alla partenza del Campionato di Serie A1 avremmo tutti firmato per avere una classifica così. La Lazio, battendo Bogliasco, soprattutto, e Torino, ha staccato le altre rivali, le formazioni ovvero che sognano di salvarsi senza la ciambella dei play out e che strizzano l’occhio al nono posto, buono per andarsene in vacanza, festeggiando un ottimo torneo.

Disco rosso nella prossima gara interna al Foro contro il Recco, vero, ma poi la Lazio di Sebastianutti avrà a disposizione due trasferte possibili, a Firenze contro la Florentia, e poi a Napoli contro lAcquachiara, attuale fanalino di coda con zero punti, per provare a dare la scossa al proprio Campionato, posizionandosi a metà classifica, lontano dalla zona, minata.

Ovvio, quattro punti messi assieme in quelle due gare consecutive, tra fine novembre e inizio dicembre, sarebbe il bottino minimo che ci attendiamo. Con due successi, invece, assolutamente nelle corde della nostra squadra, giova sottolinearlo, potremmo attestarci a ridosso delle prime sei posizioni, dando un bello scrollone al gruppo delle pericolanti.

Ecco la missione della Lazio, allora, in rapporto ai prossimi tre impegni. Non avvilirsi contro Recco, squadra imbattibile, almeno alle nostre latitudini. E poi provare a fare il massimo nelle successive due gare, entrambe lontano dal Foro. Incontreremo una formazione neopromossa, anche se ricca di virtù, come la Florentia e una squadra che ha messo in preventivo la discesa in A2, portando in “prima squadra” tanti giovanissimi.

Abbiamo un ottimo telaio, siamo allenati benissimo e possiamo credere nel doppio blitz. Sarebbe fondamentale perché, già prima di Natale, consegnerebbe la Lazio ad un torneo senza stress.

G.Bic.

Nessun commento on "Pallanuoto, le trasferte a Firenze e Napoli decisive per volare"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *