Hockey, il torneo cadetto ha la sua regina: la Lazio

58 0

No, non siamo immodesti. E’ la forza dei numeri, dei riscontri e delle sensazioni che ci hanno suggerito questo titolo. Sorretto dalla forza dei fatti, che dirvi? Si, perché il cammino della Lazio Hockey, nel girone della serie B, assomiglia ad una cavalcata trionfale.

Undici gare disputate, tutte vittorie e percorso netto. Mica è finita: migliore attacco e difesa meno bucata. Come dire che contro i ragazzi di Pato Mongiano, uno dei demiurghi di questa bella storia di sport in salsa biancoceleste, si raccoglie solo la polvere.

Ora, con sei punti di vantaggio sulla seconda (il Mogliano, battuto sia in trasferta che in casa) la Lazio mette già nel mirino i play-off per la promozione in Serie A2. Che, con i numeri e le continue prestazioni che esibiamo, meriteremmo a priori. Occorre però mantenere la giusta umiltà e concentrazione perché i play-off sono belli ma pure crudeli, in cui puoi sbagliare una gara e con essa mandare all’aria una stagione fino ad allora magica.

Dunque, ad oggi sembriamo i più forti, i più solidi e i più brillanti. Ma, da aprile/maggio in poi, occorrerà confermare tutte le nostre risorse sul campo. Solo così potremo festeggiare un legittimo ritorno in A2, una categoria che, nelle ultime stagioni, ci è maledettamente mancata.

G.Bi.

Nessun commento on "Hockey, il torneo cadetto ha la sua regina: la Lazio"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *