Calcio gaelico, che attaccamento! Con loro porte aperte sull’Europa…

3 0

Eccoli, splendidi all’interno delle loro casacche celesti, il colore più bello che ci sia: sono gli atleti della Lazio Calcio Gaelico. Che può essere, in estrema sintesi, definita come una delle nostre porte sull’Europa. L’occhio sul Vecchio Continente, dove la nostra Sezione, sovente, lancia le proprie attenzioni.

Che vuol dire condivisione, mutua assistenza, scambi culturali. Molti i nostri atleti ed atlete che non sono italiani, magari studenti stranieri che – all’interno del fantastico, cosmopolita gruppo amalgamato da Sergio Corsini, il deux ex machina di questo progetto (il secondo da sinistra in alto nella foto a corredo) – hanno trovato (o stanno trovando) valori importanti.

La nostra squadra ha giocato tornei all’estero, ha inviato propri rappresentanti all’interno di selezioni europee. Insomma, a suo modo, esibendo sempre i colori dell’Aquila, ha esportato in Europa la nostra maglia. Esibendola fiera ed orgogliosa. Lo sapete, quando una nostra compagine scende in campo oltreconfine è sempre motivo di vanto. Perché la storia della Lazio (e di molti suoi fondatori) si è snodata sin dall’inizio fuori dai confini. Con i fratelli Bigiarelli, instancabili nelle loro peregrinazioni (a Bruxelles ma pure negli Stati Uniti e in Canada), con Mesones, un altro tra i nove ragazzi di Piazza della Libertà, che risultò pure cacciare i leoni in Africa.

Cosi, quando i ragazzi e le ragazze del calcio gaelico, si esibiscono in Germania, Polonia, Irlanda (come è accaduto nel corso degli ultimi mesi) la soddisfazione nel leggere le cronache e nell’ammirare le loro foto a corredo, felici e a braccetto, lascia spazio all’orgoglio. E’ anche grazie a questo progetto – di vita oltre che di sport – che il nostro Sodalizio conferma, pure a quasi 118 anni dalla fondazione, i propri valori fondanti.

G.Bi.

Nessun commento on "Calcio gaelico, che attaccamento! Con loro porte aperte sull’Europa…"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *